Paxfocus

CAMINO DA PARETE

L’affidabilità di questo modello, il suo ingombro limitato, la sua sensibilità termica, il suo grado di adattabilità, gli hanno fatto guadagnare un mercato in Giappone, laddove la concorrenza internazionale gli contendeva lo spazio all’interno di 301 appartamenti di un palazzo residenziale di prestigio.

iI fuoco, vecchio narratore di storie da ascoltare e da vedere

Gyrofocus

CAMINO CENTRALE CON FOCOLARE SOSPESO E ROTANTE

Creato nel 1968 da Dominique Imbert, questo modello, rivoluzionario sia per il suo stile che per la concezione tecnica è, dal punto di vista cronologico, il primo al mondo per la linea dei focolari sospesi e rotanti a 360°.

La facilità di posa, dovuta alla realizzazione su misura del condotto e del piatto di sospensione, e la sua sensibilità termica, caratteristica del materiale utilizzato, lo rendono un modello di prestigio diventato ormai un classico a livello internazionale ed il simbolo di una marca.

Esposto al Museo d’Arte Contemporanea di Bordeaux nel 1996, al Centro Nazionale d’Arte Contemporanea di Grenoble nel 1997 ed al Museo Guggenheim di New-York nel 1998.

Primo premio al concorso “Pulchra”.
74425 internauti collegati da tutto il mondo eleggono Gyrofocus come “l’oggetto più bello al mondo” al concorso Pulchra (2009, Italia)

Métafocus

Camino-scultura con focolare da incasso

Priva di animosità e di pretese, la frattura del Metafocus non è l’espressione né di una discordia né di un confronto.
E’ una vicinanza di complementarità serena, la complicità di due forme in amore.
La porta a doppio battente del modello Metafocus  è in acciaio massiccio naturalmente arrugginito, di 15 mm di spessore.

Modello numerato e firmato da Dominique Imbert

IMG_0727

Camino-Scultura

Questo camino rappresenta la giusta combinazione tra funzionalità e scultura, entrambe le ali di Metafocus 9 sono la rappresentazione in bronzo della lava fusa, congelata dopo la momentanea follia. Queste due foglie, in bronzo, scorrono lateralmente oppure possono essere incernierati per aprirsi alla francese. Camino realizzato da Dominique Imbert