Stufa Thor by MCZ

Stufa a legna compatta di forma ellittica dotata di controllo della combustione tramite unica leva a scomparsa, maniglia a chiusura automatica, pratico vano portalegna. Rivestimento in acciaio color Black

Questa stufa è disponibile nelle versioni NATURAL e COMFORT AIR.
Nella versione NATURAL, il calore viene trasmesso in ambiente tramite la convezione naturale: salendo dalla stufa, l’aria calda si diffonde in modo uniforme e naturale nell’ambiente.
Nella versione COMFORT AIR, l’aria calda viene canalizzata in altri ambienti, anche non comunicanti costituendo a tutti gli effetti un sistema di riscaldamento (kit opzionale).

Scopri tutti i plus delle stufe a legna


1 STRUTTURA STAGNA: l’esclusiva tecnologia Oyster, di serie in tutte le stufe a legna, rende il prodotto perfettamente stagno/ermetico: la stufa non consuma l’ossigeno dell’ambiente prendendo tutta l’aria dall’ambiente esterno, potendo così essere collocata all’interno di tutte le case ben isolate e all’interno delle case passive.
2 EFFICIENZA AL TOP: i rendimenti delle stufe a legna MCZ sono altissimi, superiori all’84%.
3 UNICA LEVA DI CONTROLLO: un’unica leva di controllo rende più semplice la gestione della combustione (sia aria primaria che secondaria) che viene così ottimizzata in ogni momento.
4 MANIGLIA A CHIUSURA AUTOMATICA: per una chiusura della porta più facile ed ergonomica (solo su Stripe Overnight, Stub, Stub Overnight).
5 UMIDIFICATORE AMBIENTE: per tutti i modelli con uscita fumi posteriore è disponibile (in opzione) una vaschetta che assicura una corretta umidificazione dell’ambiente.

DATI TECNICI

Potenza termica nominale: 7.20 kW

Potenza termica minima: 3.50 kW

Rendimento nominale: 83.10 %

Consumo orario minimo: 0.90 kg/h

Consumo orario max: 2.00 kg/h

Volume riscaldabile: 177m³ (*)

Diametro uscita fumi: 15 cm

Peso: 110 kg

Temperatura fumi: 230 ºC

Portata massica dei fumi: 6.9 g/s

(*) Per volume riscaldabile si intende il numero di metri cubi riscaldabili dal prodotto in ambiente mediamente isolato, quindi con fabbisogno calorico medio di 35 kcal/h per m3

“Sendai” di Hase

Questa stufa a legna Hase è una grande scelta. Perché deciderete voi stessi quanto sarà grande la Sendai 175 a casa vostra. La Sendai può essere espansa in altezza aggiungendo fino a due moduli per la stufa a legna. E, se volete, potete dotare la vostra Sendai anche con un accumulo di calore pesante fino a 136,5 kg. Più stufa ad accumulo di così, non si può. E di certo nemmeno più design. Divertitevi a comporla.

Altezza 175-220 cm · Larghezza 37 cm · Profondità 40,5 cm · Potenza 3-7 · Peso 163-193 kg

Stufa Hase mod. Sendai175

“Elements” di Skantherm

Elements – la prima stufa camino modulare del mondo!

La stufa camino modulare »elements« si adatta egualmente alle esigenze del suo proprietario e introduce un nuovo concetto di design delle stufe camino.

La camera di combustione con il suo vetro angolare dalle generose dimensioni è l’elemento centrale della vostra stufa, mentre per il resto sarete voi a decidere il suo aspetto finale. A tale scopo sono disponibili due cassette di differente lunghezza, chiuse o eventualmente aperte su un solo lato. Potete disporre a piacere queste cassette sopra, sotto o lateralmente alla camera di combustione. Scegliete una disposizione verticale o orizzontale. Realizzate così la stufa camino adatta alle vostre esigenze individuali.

Nelle cassette montate al di sopra della camera di combustione si possono inserire delle pietre d’accumulo »skantherm ThermoStone«. Queste pietre di magnetite compressa hanno un peso specifico notevolmente superiore a quello della pietra ollare e garantiscono un graduale rilascio del calore per molte ore. Così la »elements« diventa una stufa con altissimo potenziale di accumulo! Il sistema componibile »elements« si adatta in modo semplice e flessibile al vostro arredamento e alle vostre esigenze. Con poche semplici operazioni potete modificare anche successivamente l’aspetto della vostra stufa camino »elements«. Tutti gli elementi vengono collegati tra loro senza doverli avvitare, grazie a un rapido e affidabile sistema a magneti. Il montaggio e le modifiche possono pertanto essere eseguiti con estrema facilità.

Inoltre, un dispositivo girevole di 180° (optional), montato sotto la camera di combustione, permette la visione della fiamma da ogni angolo della stanza.

Accessori:
– Cassette di stoccaggio disponibili in due larghezza: 40,0 cm o 60,3 cm
– Camera di combustione girevole di 180° (angolazioni maggiori sono disponibili su richiesta)
– Kit d’accumulo calore ” skantherm ThermoStone” per le cassette sopra la camera di combustione
– cuscino in pelle di alta qualità disponibile in diversi colori

DATI TECNICI:

Dimensioni (a x l x p):

camera di combustione 80,6 x 40 x 40 cm

elementi corti 19,7 x 40 x 40 cm

elementi lunghi 19,7 x 60,3 x 40 cm

Peso:

camera di combustione 130 kg

elementi corti 18 kg

elementi lunghi 24 kg

Potenza: min. – mass. 3 – 7,5 kW

Volume riscaldabile: min. – mass. 75 – 280 mc

Rendimento: 80%

Particolato: 30 mg/Nm³

Attacco scarico fumi: superiore o posteriore

Scarico fumi: Ø 150 mm

Possibilità presa d’aria combustione esterna: sì

Portata in massa dei fumi: 4,6 g/s

Depressione min. richiesta (tiraggio): 12 Pa

Stufe Hase

Ci sono tante cose a favore di una stufa a legna Hase. Lo diciamo apertamente.

  1. La nostra posizione. C‘è un motivo perché produciamo le nostre stufe esclusivamente in Germania: la qualità. Solo così siamo sicuri di poter effettuare tutte le fasi di produzione, in un unico sito, in modo ottimale.
  2. La bellezza resta. Le stufe a legna Hase, hanno fatto man bassa di premi. Bellezza e qualità. Si è rivelata la giusta scelta: per il design delle nostre stufe non scendiamo a compromessi.
  3. Un segreto. Non riveliamo a nessuno la ricetta dei nostri blocchi termici. Neanche a voi. È stata messa a punto da noi. Per quale motivo? Per rendere le pietre del focolare particolarmente resistenti. I blocchi termici forniscono inoltre, grazie al loro effetto isolante, un importante contributo alla riduzione delle emissioni. La loro bella e calda tonalità è inoltre particolarmente piacevole.
  4. Questa è vera sostenibilità. Le nostre stufe hanno un consumo molto basso di legna. Con una resa termica dell‘ 80 % sono stufe degne di esempio. Ve ne accorgerete e lo apprezzerete.
  5. Senza è meglio. Le stufe a legna Hase, grazie all‘ottimo sistema di combustione, non necessitano di un filtro per polveri fini. Bruciano la legna in modo così efficiente da far sì che i valori di CO e di polveri fini siano molto inferiori a quanto prescritto dalla normativa in materia.
  6. Aria buona. Per bruciare bene, il fuoco ha bisogno di un buon sistema di aerazione. Come il nostro sistema di regolazione dell‘aria. In ogni stufa Hase convogliamo l‘ossigeno proprio dove è necessario, grazie a un intelligente sistema di canali d‘aria realizzati specificatamente per ogni singolo modello. Con i regolatori d‘aria è possibile regolare esattamente la fiamma.
  7. Trasparente come il vetro. Il vetro degli sportelli dei nostri focolari rimane pulito grazie al nostro intelligente sistema di combustione. Il sistema è adattato alla specifica forma della stufa. In grosse forme geometriche è una sfida che fronteggiamo con successo. Avrete bisogno solo di buona legna e di un camino idoneo.
  8. Sicurezza. Grazie alla qualità delle nostre stufe a legna, esse vi saranno un amico fedele per anni e anni. Per questo motivo facciamo in modo che le parti di ricambio rimangano a lungo disponibili. Molte di esse sono realizzate da noi a mano per far sì che vi possiate godere a lungo la vostra stufa. Trattatela per tanto con cura e prestatele le dovute attenzioni.

                      

Le stufe di Castellamonte

Questo modello è quello cilindrico tipico del gusto neoclassico, venuto di moda tra Settecento e Ottocento e poi ripreso nel Novecento con decorazioni più fitte. L’esecuzione è quella tradizionale: nessuna modifica visibile del modello originale e stesso giro di fumi. È un oggetto di affezione non paragonabile con le moderne stufe a pellet, che sono certamente più pratiche ma meno suggestive e ricche di risonanze della memoria.

La Castellamonte mod. Vienna

Nella storia di Castellamonte si avverte la presenza di un “filo rosso” che ha accomunato innumerevoli generazioni: è la continuità della lavorazione dell’argilla, materia prima naturale, estratta dalle cave della zona e da sempre utilizzata per la realizzazione di oggetti funzionali e decorativi.
Oggi vi presentiamo la stufa a legna mod. Vienna.

vienna_scheda

Le stufe “La Castellamonte”

Oggi vi presentiamo l’arte della stufa e della ceramica di Castellamonte

Stufa La Castellamonte mod. Rondò

Arte e tradizione

La lunga tradizione della stufa di Castellamonte. L’Ottocento segna il vero trionfo della classica stufa di Castellamonte, ma già nei secoli precedenti erano apprezzate e richieste. Verso la fine del Settecento, compare a Castellamonte il primo caminetto in terracotta, con circolazione d’aria calda e fuoco visibile, denominato “Franklin”, dal nome dell’inventore che studiò il principio della convezione applicato a sistemi di riscaldamento, che avrà un gran successo e contribuirà notevolmente alla fama della tradizione ceramica locale. Le prime produzioni vengono attribuite alla fabbrica di ceramiche Reasso, vecchia dinastia di artigiani, insediata da secoli nel cuore S: Rocco fra i vicoli B. De Rossi e Franklin. Ma è l’Ottocento che segna il vero trionfo della classica stufa di Castellamonte che s’impreziosisce di elaborate decorazioni, si colora di vivaci vetrine e diventa un vero e proprio prezioso oggetto di arredamento. Sembra che alcune monumentali stufe siano state spedite persino nella lontana Russia, a Pietroburgo.
 Dopo la seconda guerra mondiale, la stufa non viene più utilizzata per molti anni, soppiantata da impianti di riscaldamento di vario tipo. Dopo decenni di oblio, sia per la maggior attenzione ai valori ambientali, l’economia di esercizio, la salubrità del calore, non ultimo, il coraggio e l’intraprendenza di pochi valorosi giovani artigiani che riprendono la tradizione ceramica, riportano le stufe all’onore delle cronache e al riconoscimento della loro inconfondibile validità sia per riscaldare sia per arredare antiche e nuove case.

fase di lavorazione

L’Arte della Stufa e della Ceramica di Castellamonte, il rapporto con gli Artisti.

Esistono momenti fortunati, in cui, anche un oggetto considerato per la sua funzione o decorazione, assurge a livelli che vanno oltre l’intenzionalità di chi l’ha progettato e alla sua destinazione commerciale. In occasione della XXIV Mostra della Ceramica, la città di Castellamonte, ha avuto l’onore di accogliere un illustre ospite: Enrico Baj. L’impegno del maestro milanese è stato quello di unire la propria arte alla produzione artigianale locale e ne è nata una collaborazione con La Castellamonte, (ancora denominata RP Castellamonte) che ha messo a disposizione piatti e vassoi in cotto, frammenti di lavorazione, distanziali da forno, fregi e capitelli, che sono stati assemblati in una apparente casualità. Ne sono nate una serie di “teste”, dai nomi bizzarri e dalle espressioni diverse: stupite ed attonite, ilari o tristi, ironiche e minacciose. Sulla Stufa mod. Vulcano, debitamente ricomposta in una sequenza inusuale, Enrico Baj ha lasciato, con l’aiuto del fuoco, il segno indelebile della sua pittura. La Mostra Torino Design, Torino aprile-giugno 1995, ha inserito, tra gli oggetti esposti, la stufa Vulcano, interamente in cotto, come esempio di oggetto tradizionale che offre aspetti innovativi, sia nel funzionamento che nell’aspetto estetico. Il contrasto tra la superficie di cotto naturale e il design moderno crea un oggetto in cui é tangibile il filo di continuità tra passato e futuro. Nella mostra tematica Delirium Design, dedicata ad Egard Allan Poe, in occasione del decennale dell’Esposizione Abitare il Tempo (Verona 1995) è stata inserita, reinterpretata e ridisegnata dall’Architetto William Sawaya, una stufa “La Castellamonte”. Lo stile neogotico della stufa sottolineato dagli archi e dalle colonne evoca l’atmosfera dei famosi racconti e le suggestioni abitative. L’immagine del fuoco dipinto sulle pareti, quasi a sovrapporsi e fondersi con le fiamme interne, ne fa un oggetto inquietante, in cui il confine fra realtà e fantasia può anche non esistere. Nel 1994 l’artista Arnaldo Pomodoro, ospite della XXXV Mostra della ceramica progettò un’opera monumentale, denominata Arc en Ciel, (Arco), composta da circa 130 pannelli riportanti i segni tipici dell’Artista, realizzata da La Castellamonte (già RP) e visibile nella piazza Martiri della Libertà a Castellamonte.

fase di lavorazione

Un’altra grande opera di circa 6 mt. di altezza, visibile in P.zza della Repubblica, è il Monumento alla Stufa, progettato nel 2008 dall’artista Ugo Nespolo, e realizzata da La Castellamonte, con la collaborazione dei Proff. Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn, composta da 200 piastrelle ceramiche di grandi dimensioni smaltate in bianco con disegni di colore nero, effettuati dall’Artista stesso. E per ultimo possiamo citare la Torre di Babele, progettata dall’artista del vetro Silvio Vigliaturo di Chieri e realizzata da La Castellamonte, visibile presso il giardinetto antistante le mura Antonelliane, , composta da 120 dischi smaltati in bianco con decori colorati a rilievo.

Stufa La Castellamonte mod. Voluta

Innovazione e ambiente

Lo studio e l’amore per l’antico non costituiscono un freno all’innovazione tecnologica, anzi, offrono gli stimoli necessari alla concezione ed allo sviluppo d’idee nuove, aderenti a costumi ed aspirazioni più attuali. Le stufe di ceramica “La Castellamonte” sono realizzate nel rispetto dell’antica tradizione artigiana castellamontese, ma l’ausilio di particolari accorgimenti tecnici le rendono moderne in quanto a funzionalità e sicurezza. Il corpo esterno delle nostre stufe è interamente costruito in materiale ceramico refrattario smaltato, e grazie alla composizione dei nostri impasti è altamente resistente alle dilatazioni termiche. La superficie pur emanando calore, non si arroventa e mantiene temperature entro limiti che rientrano nelle norme vigenti. Le tecniche di costruzione sono prettamente artigianali, con un’altissima percentuale di lavoro manuale.

Ciascuna stufa è stata disegnata con una particolare estetica e con l’utilizzo di ornamenti tipici dell’antica tradizione di Castellamonte, debitamente interpretati e rivisitati da nuove esigenze abitative e stili di vita. Gli sportelli a vetro, oltre che ad essere utilizzati per un controllo continuo del braciere, consentono la visione della fiamma o delle braci, a seconda dello stadio della combustione, creando comfort visivo. L’autopulizia del vetro contribuisce a questa funzione. Ampi focolari di ghisa o acciaio rivestiti internamente di materiale refrattario, anch’esso di nostra produzione, consentono una notevole carica di legna, con una conseguente autonomia, a seconda dei modelli, di ca. 6/12 ore. Scambiatori di calore a fascio tubiero, possibilità di ventilazione forzata con elettroventole (dotate di telecomando per il funzionamento). Ottimo sistema di combustione con aria primaria e aria secondaria (doppia combustione), per ottenere un rendimento termico del 75/87% ed emissioni in atmosfera con una bassissima percentuale di monossido di carbonio (0,1%), e di inquinanti come da prove di laboratorio e come richiesto dalle più rigorose norme europee ed internazionali a tutela dell’ambiente.

L’estetica del confort

Il corpo esterno delle nostre stufe è interamente costruito in materiale ceramico refrattario smaltato, e grazie alla composizione dei nostri impasti è altamente resistente alle dilatazioni termiche. La superficie esterna, pur emanando calore, non si arroventa e mantiene temperature entro limiti che rientrano nelle norme vigenti: 35/40° a 20 cm di distanza.

fase di lavorazione

Le tecniche di costruzione sono prettamente artigianali, con un’alta percentuale di lavoro manuale. Ciascuna stufa è stata disegnata con una particolare estetica e con l’utilizzo di ornamenti tipici dell’antica tradizione di Castellamonte. Alcuni modelli hanno due o più possibilità di rivestimento. I colori base sono 32, più un’infinita possibilità di personalizzare dei colori e delle decorazioni.

Offerta della Settimana

Stufa a legna RIKA mod. Jazz, un mix attraente di angolature e rotondità.

Approfitta dei SALDI di fine stagione….

Questa settimana abbiamo in offerta la stufa a legna RIKA mod. Jazz a soli € 2.680,00 IVA compresa.

La stufa a legna JAZZ si fa notare per l’originale soluzione di design che propone. Il suo vetro curvato le permette di adattarsi perfettamente alle posizioni d’angolo. Ma è ideale anche come elemento divisorio degli spazi.

Informazioni prodotto

  • Dimensioni
    1152 x 586 x 540 [mm]
  • Capacità di riscaldamento del locale
    70 – 190m³
  • Massa di accumulo
    82 kg
  • Rendimento termico nominale
    7.0 kW
  • Sistema RLS
  • Indipendenza aria ambiente

JAZZ: una piccola meraviglia tra le stufe a legna

La stufa a legna JAZZ è una vera piccola meraviglia, un modello versatile che esaudisce ogni vostro desiderio. Potete sistemarla in posizione angolare oppure utilizzandola come elemento divisorio degli spazi accostandola a una parete: con la sua struttura snella la stufa JAZZ costituirà il fulcro del vostro benessere. Grazie alla versatilità di questa stufa potrete configurare e personalizzare l’ambiente del vostro salotto proprio come desiderate.

Stufa Rika mod. Jazz

 

Color Rose Quartz

Rose Quartz è uno dei colori dell’anno 2016 Pantone e decisamente uno dei più femminili tra quelli scelti negli ultimi anni. Volete inserirlo nel vostro arredo? Le opzioni sono svariate, dalle sedute, alla tinta delle pareti, ai piccoli accessori. Il nostro consiglio è abbinarvi una stufa in bianco o in nero: che ne dite della nostra stufa E924 H?

Vedi le caratteristiche tecniche: http://bit.ly/stufa_E924H

Color Rose Quartz