Il camino a bioetanolo

Un tempo elemento presente in ogni casa, oggi il caminetto è soprattutto per chi vive in vecchi edifici ristrutturati. Della serie “si stava meglio quando si stava peggio” il fuoco in casa torna in auge in versione contemporanea, voluta da un design che lo ha scardinato dal muro. Così liberato e letteralmente al centro dell’attenzione, il focolare domestico prende posto in mezzo alle stanze, si sposta, non necessita canna fumaria nè legna, è ecologico e soprattutto sta bene anche in spazi ristretti.

Il segreto? Combustibili puliti, rinnovabili e soluzioni di design che ne fanno un complemento d’arredo vero e proprio. Esempio in merito è Tetris, disegnato da Paolo Grasselli per Horus, che ha una doppia personalità: quella di tavolino in acciaio inox verniciato (super natalizio nella versione rosso/bianco) a piani sfalsati e modulare, che nel centro accoglie un piccolo focolare protetto da vetro. La fiamma si alimenta a bioetanolo, combustibile pulito, ecosostenibile e rinnovabile, derivato dalla canna da zucchero.

Camino horus

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...